Facebook introduce un nuovo captcha test: invia una foto del tuo viso in primo piano

Secondo quanto riportato da Wired nell’articolo di Nitasha Tiku del 28/11/2017, Facebook ha introdotto un nuovo captcha per verificare se un profilo corrisponde ad una persona reale e non ad un bot.

Quello dei bot è un problema che preoccupa i gestori dei social network. Su Twitter ad esempio il numero dei bot è stato calcolato in circa 45 milioni .

FACEBOOK MAY SOON ask you to “upload a photo of yourself that clearly shows your face,” to prove you’re not a bot.

The company is using a new kind of captcha to verify whether a user is a real person. According to a screenshot of the identity test shared on Twitter on Tuesday and verified by Facebook, the prompt says: “Please upload a photo of yourself that clearly shows your face. We’ll check it and then permanently delete it from our servers.”

Facebook, in una dichiarazione a Wired ha precisato che la misura è intesa ad individuare attività sospette durante le varie interazioni con il sito.  Per stabilire che la foto sia autentica Facebook verificherà anche la suo unicità, ovvero che a stessa foto non sia stata utilizzata più volte da utenti diversi.

In a statement to WIRED, a Facebook spokesperson said the ph

oto test is intended to “help us catch suspicious activity at various points of interaction on the site, including creating an account, sending Friend requests, setting up ads payments, and creating or editing ads.”

The process is automated, including identifying suspicious activity and checking the photo. To determine if the account is authentic, Facebook looks at whether the photo is unique. The Facebook spokesperson said the photo test is one of several methods, both automated and manual, used to detect suspicious activity.

The company declined to share details to prevent the system from being manipulated. Suspicious activity might include someone who consistently posts from New York and then starts posting from Russia.

Sono ovviamente numerosi i dubbi che sorgono dall’adozione di tale sistema di verifica, sebbene Facebook abbia rassicurato che dopo il controllo le foto saranno rimosse definitivamente. Nessuna schedatura di massa quindi. Almeno questo dichiarano.

Rispondi